Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore - 2020

Vita Saami

I loro numeri in tutto il mondo possono essere confrontati con la popolazione di una piccola città russa, ad esempio Magadan. Tuttavia, anche nel secondo caso, vivono circa 90.000 persone, e sulla Terra mancano ancora meno Saami - 60-80 mila. Ciononostante, questa piccola e misteriosa gente è riuscita a conservare l'identità, la cultura e persino la propria lingua. Quindi chi sono i Saami, da dove vengono, dove vivono e chi si sentono in un enorme mondo globalizzato?
Sami

Tour della storia dei Sami

I Sami sono un piccolo popolo del Nord Europa, tradizionalmente imparentato con i finno-ugriani. Anche se, secondo gli scienziati antropologi, hanno poco in comune geneticamente con i finlandesi: i Saami sono più probabilmente i discendenti di un popolo molto più antico, il cosiddetto "Pskov Chud". Scandinavi e russi un tempo chiamavano i "Lapponi", "Lapaniani" e "pale" del Saami, motivo per cui le radici del nome "Lapponia" andavano. I "lopari" vivevano la vita semi-nomade dei pastori di renne da tempo immemorabile (le menzioni di essi scivolavano persino tra gli antichi greci) fino a quando le catastrofi di una grande civiltà cadevano su di loro: in particolare, la Rivoluzione d'Ottobre e le fattorie collettive sovietiche. Da allora, la cultura tradizionale del Saami è finita: il solito modo di vivere è stato distrutto, e ben lontano da tutti sono stati in grado di padroneggiare le nuove forme di agricoltura. Tuttavia, oggi, quando molte piccole nazioni si sforzano di dichiararsi al grande mondo e ravvivare la loro originalità, i Sami si uniscono gradualmente nelle comunità (principalmente in Russia, Finlandia e Scandinavia) per far rivivere ciò che sembra perduto non è ancora completo. .

Sami Sami

Qual è la tradizionale cultura Sami e quanto è vicina alla cultura finlandese? A queste domande è stato risposto un ricercatore che era interessato alla cultura di questo popolo del nord e desiderava rimanere anonimo.

─ Parlaci delle peculiarità della cultura Saami. Quanto sono vicini i Saami ai finlandesi?

─ Se parliamo della cultura locale di Kola Saami, prima di tutto sono nomadi e pastori. Così è stato fino al periodo sovietico. Il fatto che abbiano vagato in un piccolo territorio e stagionalmente non cambia la situazione. E i finlandesi sono un popolo stabile. I finlandesi di cultura sono molto più vicini a Karela. Se consideriamo l'interazione storica della Kola Sami con altri popoli, allora questo è, prima di tutto, i Pomori. Penso che non ci sia stata un'interazione seria tra le culture Sami finlandesi e locali durante la presenza russa nella penisola. È indirettamente.

─ Quali sono le caratteristiche delle tradizionali religioni Sami e quanto sono comuni queste credenze oggi?

─ Penso che in origine la tradizionale religione Sami fosse un tipo di sciamanesimo tipico dei popoli siberiani. Certo, con caratteristiche locali, ma non di più. Tuttavia, qui è difficile giudicare, dal momento che il cristianesimo arrivò nella penisola circa mille anni fa, insieme alle Pomorie. Ora i Saami in termini religiosi non differiscono dai loro vicini. Se qualcuno professa qualcosa di "tradizionale", questo è il ricostruttivismo.

Saami oggi

E come vive questa piccola, ma distintiva gente nel mondo moderno? Come difendono la loro identità, come combattono per la conservazione della lingua, della cultura e da chi si vedono in questo mondo? Abbiamo posto alcune domande importanti a Natalia Gavrilova, presidente dell'autonomia regionale Sami.

─ Ci sono molti libri, film e media nella lingua Sami?

─ I libri sono stati rilasciati. Non nella quantità in cui mi piacerebbe, ma, tuttavia, lavorare in questa direzione è in corso. I libri sono prodotti con il supporto di organizzazioni straniere Sami e con il supporto delle autorità regionali. I libri sono diversi per stile e tema. Ci sono molte fiabe nuove e vecchie, libri sulla vita e le persone Sami, tradizioni, canzoni, amore per la natura, terra Sami.

Con l'aiuto di Sami stranieri, è stata creata una radio Sami, ma dopo la fine del sostegno finanziario ha cessato di esistere. La radiodiffusione è stata ripristinata solo grazie all'iniziativa e al nudo entusiasmo. Ormai non ci sono molti oratori, ma, per fortuna, vediamo i giovani interessati ad apprendere la lingua dei loro antenati. Un tempo, l'insegnamento della lingua nelle scuole è stato abolito, e ora non ci sono solo classi elettive frequenti. C'erano progetti sull'insegnamento della lingua Sami nelle città della regione. Ci sono una serie di leggi che regolano questi problemi e mirano a proteggere gli interessi delle minoranze indigene della loro vita e cultura, ma, di regola, non funzionano in modo efficace.

─ Qual è la situazione attorno alla cultura Sami tradizionale? E ci sono persone che praticano ancora le religioni Sami tradizionali?

─ Le domande sulla cultura tradizionale sono piuttosto dolorose. È conveniente che le autorità utilizzino la cultura per le vacanze e i rapporti. Di norma, per le altre culture non importa quanto sinceramente rappresentino le popolazioni indigene. Qualsiasi berretto di renna e toppe colorate sono un costume nazionale, qualsiasi movimento insolito è una danza antica. Rappresentanti indignati di indigeni, di norma, si stringono nelle spalle. Quando si tratta di pescare e cacciare, nessuno vuole prenderlo come un mestiere tradizionale, perché questo è fatto da uomini d'affari e indigeni (popoli indigeni del Nord) sono un ostacolo.

─ Cosa pensi di dover fare per preservare la cultura Sami?

─ Miglioramenti nella base legislativa, per essere più precisi, lo sviluppo di meccanismi per l'attuazione dei diritti di SIM. La possibilità di influenza e partecipazione nel prendere decisioni direttamente collegate alla vita e allo sviluppo delle tradizioni e della cultura dei popoli del Nord.

La vita di Saami in Finlandia

In Finlandia, la situazione intorno alla cultura Sami e, in particolare, la lingua è molto meglio che in Russia. Il loro numero nel paese è di circa 8mila persone, per lo più residenti nella provincia della Lapponia. I diritti dei Saami come i più antichi indigeni della Finlandia sono dotati di autonomia culturale e la loro giornata nazionale è celebrata il 6 febbraio. Il commento sulla vita di questa piccola nazione in Finlandia ci è stato dato dal vicepresidente dell'Unione Saami, Andrei Danilov: "La differenza nella posizione del Saami in Russia e Finlandia è nell'interazione tra la comunità e le autorità saami. In Finlandia, i diritti della gente sono sanciti dalla legge e tutti Sami, passa una valutazione esperta del parlamento Sami.Per quanto riguarda la lingua Sami, la gente parla un po ', ma parla ancora, loro imparano la lingua Sami da soli e questo è incoraggiante. In particolare vorrei sottolineare che i giovani vogliono studiare Sami: un buon esempio è mostrato dai Sami stranieri, ad esempio in Inar ci sono corsi per studiare il dialetto Sami con il sostegno dello stato. Ma per ragioni sconosciute, gli è stato negato: Kautokeyno tiene annualmente corsi nello studio del dialetto del Nord Sami e, a proposito, anche il russo Saami ne prende parte ".

Guarda il video: Lapponia, la patria dei Sami (Febbraio 2020).

Loading...

Lascia Il Tuo Commento